Area Login

 

News ed Eventi

Sanremo, Stefano Bisi, Gran Maestro del Gran Oriente d’Italia, al Casinò di Sanremo sabato 24 marzo alle ore 16.00 Teatro dell’Opera

21/03/2018

Nuovo appuntamento per il ciclo “I Grandi Maestri della Massoneria Italiana al Casinò di Sanremo”, un ciclo che continua dopo i due incontri congiunti del 2016 e 2017. Sabato 24 marzo 2018 alle ore 16.00 nel teatro dell’Opera il Gran Maestro del Gran Oriente d’Italia, Dott. Stefano Bisi, affronterà una tematica di grande attualità, intimamente connessa con le idealità della persona: ” Quale libertà di associazione”  . Dialogheranno con il Gran Maestro il prof. Aldo Mola, storico della Massoneria  e Marzia Taruffi, responsabile del settore Stampa e Cultura –Martedì Letterari del Casinò di Sanremo. L’incontro è inserito nel piano di Formazione dei Docenti e dei Giornalisti.

Il convegno di Sanremo, una città che ha spesso fatto da scenario a importanti avvenimenti internazionali, costituisce l’occasione per parlare anche del grande ruolo storico svolto dalla Massoneria per l’affermazione del libero pensiero” afferma il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, Stefano Bisi.

 E precisa:”La Loggia  massonica è un’associazione di persone che sostengono il diritto al libero pensiero  e agiscono per il bene dell’umanità. Questa è una definizione molto generica, ma assolutamente moderna, anche se è la stessa di 300 anni fa. Le nostre  Loggi sono  così segrete che sulle facciate degli edifici in cui si trovano le nostre rappresentanze, viene appesa una grande targa che riporta la scritta “Grande Oriente d’Italia”. Nessun segreto. Tutti i nostri leader sono conosciuti, non abbiamo mai nascosto i nostri obiettivi. Abbiamo il nostro sito web, in cui è  possibile venire a conoscenza tutte le iniziative della Loggia. I pregiudizi ed i preconcetti sono generati  dalla mancanza di volontà di conoscere. Mi piace ricordare che  Giuseppe Garibaldi è stato Grande Maestro. Tra le celebrità fratelli ben noti sono stati Totò, famoso attore, il poeta premio Nobel Salvatore Quasimodo ed un altro premio Nobel, Enrico Fermi.”

  Ha scritto lo storico, prof. Aldo Mola:”I diritti “non negoziabili” precedono l'ordinamento dello Stato. Sono “della persona” prima ancora che “del cittadino”. Lo Stato d'Italia ha condiviso la loro priorità riconoscendo solennemente la Dichiarazione universale dei diritti “dell'uomo” (10 dicembre 1948) e tutte le Convenzioni che ne sono derivate, anche in sede europea. “

 

 

 

 

Il Gran Maestro Stefano Bisi è alla guida del Grande Oriente d’Italia dal 6 aprile 2014. Nato a Siena il 15 ottobre 1957, appartiene dal 1982 alla Loggia Montaperti (722) della sua città. Prima di essere eletto Gran Maestro, Bisi ha ricoperto numerose cariche e ha governato il Collegio circoscrizionale della Toscana per due mandati, dal 2007 al 2013. Giornalista, è laureato in Scienze dell’amministrazione nella facoltà di Scienze politiche dell’Università di Siena, e la sua professione è il coronamento di un sogno maturato sui banchi di scuola. Ha lavorato nei periodici “Siena Nord” e “La Gazzetta di Siena”, e, con qualifica di direttore, nelle emittenti “Antenna Radio Esse” e “Televideosiena”. È stato vicedirettore del Gruppo Corriere, che comprende le edizioni di Perugia, Terni, Siena, Arezzo, Grosseto, Rieti e Viterbo. E’ autore di alcuni libri fra cui “Mitra e Compasso”, dedicato al rapporto tra chiesa cattolica e massoneria, lo “Stradario massonico di Siena” e coautore di “Sindaci in rosso”, una pubblicazione a cura di Vittorio Feltri e Renato Brunetta e di “Massoneria F.A.Q.” Ha ricevuto i premi “Paolo Maccherini”, “Giornalista sportivo dell’anno”, “Porsenna”, “Medioevo presente”. É Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica.

 

Aldo Alessandro Moladal 1980,autore di saggi dal 1967 ed editorialista del "Giornale del Piemonte e della Liguria", dirige collane di storia per vari editori. Tra le sue opere "Giovanni Giolitti, lo Statista della Nuova Italia", "Storia della massoneria in Italia" e "Il Referendum monarchia-Repubblica del 1946. Chi vinse davvero?". Ha concorso alla traslazione a Vicoforte delle Salme di Vittorio Emanuele III e della Regina Elena. Dal 1980 è Medaglia d'Oro di benemerito della scuola, della cultura e dell'arte. 

Home page | News ed eventi | comunicati | Contatti

T. +39 06 583921 | E. federgioco@fipe.it - Federgioco P.IVA 123456789
Copyright © 2012 - Tutti i diritti riservati - Design e comunicazione Altra|via